Aspirapolvere piccolo e compatto: la nuova frontiera

Se ci troviamo ad acquistare un aspirapolvere o vogliamo sceglierne una in particolare possiamo trovare una serie di modelli diversi e dobbiamo sicuramente andare a scegliere con cura quale può essere quello effettivamente più comodo per tutte le nostre necessità. Possiamo in genere dividere i vari modelli che si trovano in commercio a seconda di alcune principali caratteristiche.

Ci sono modelli che sono dotati di una batteria e modelli invece a filo, abbiamo dei bidoni aspirapolvere o delle scope elettriche, e possiamo trovare anche una serie di modelli che sono dotati di serbatoio per lo sporco altri hanno dei sacchetti da dover cambiare.

Diciamo quindi che ce ne sono per tutti i gusti e di tutti i colori, e non è sempre semplice capire quali è bene scegliere e quali invece possiamo evitare.

Diciamo che ad oggi i modelli che sono più utilizzati di sicuro sono quelli più maneggevoli e compatti, che ci consentono di muoverci liberamente senza avere il problema del filo o senza dover trascinare il bidone. Questo avviene perché sostanzialmente si tratta di aspirapolvere pensati per essere usati con la massima tranquillità ovunque in casa, sono leggeri e possiamo usarli con una sola mano, e risultano anche effettivamente semplici da pulire e rimettere a posto.

Un tempo erano i meno scelti perché avevano delle batterie poco resistenti o potenti, e quindi potevano essenzialmente essere scomodi o non pulire a fondo dove ci occorreva, ma la tecnologia ha fatto passi da gigante nel settore.

Inoltre possiamo dire che altra caratteristica comodissima, oltre all’essere senza cavi, è anche l’assenza di sacchetti. Infatti la maggior parte di scope elettriche non hanno più dei sacchetti da dover cambiare, e quindi ci basterà svuotare il serbatoio e pulirlo dopo ogni utilizzo per avere il massimo della praticità. Inoltre una buona parte di scope elettriche di ultima generazione sono peraltro pensate per poter aspirare anche dell’acqua se succede senza avere problemi.