La batteria di una bicicletta elettrica

Sicuramente prima di montare in sella di una bicicletta elettrica, occorre accertarsi che la batteria sia carica. Infatti a seconda del modello, le batterie possono anche essere rimosse dalla bici e ricaricate più facilmente a casa prima di andare a fare un giro in bicicletta. Per utilizzare l’energia dell’accumulatore in genere la maggior parte delle batterie dovranno essere attivate tramite un interruttore o un pulsante. A questo punto troveremo uno specifico indicatore di carica che si andrà ad accendere sulla batteria o vicino all’interruttore di accensione. Nei manuali del produttore possiamo ovviamente trovare tutte le informazioni specifiche sulla batteria e l’indicatore di carica. E’ bene sapere che più o meno i modelli sono molto simili, ma ogni modello di bicicletta elettrica può avere delle specifiche che dobbiamo considerare. Una volta saliti i in sella alla nostra bici, dovremo accendere lo schermo e seleziona le modalità di supporto e guida specifici.

L’importanza delle batterie in queste biciclette è fondamentale, infatti ciò che rende comparabili le batterie di diversi produttori è la capacità energetica, quest’ultima viene fornita in wattora (Wh). Diciamo che maggiore è il valore e maggiori saranno i chilometri che potremo percorrere con una sola carica di batteria. Le più comuni che troviamo al momento in commercio sono le batterie da 250 a 600 Wh. Un valore più alto di questo però significa anche che un’identica batteria della stessa marca sarà anche più pesante. Per trarre il massimo beneficio dalla pedalata assistita di una bicicletta elettrica è meglio ricaricare la batteria dopo ogni uscita. I costi di energia elettrica sostenuti dipenderanno dal contenuto di energia della batteria, dalla frequenza di ricarica e anche ovviamente dal vostro fornitore di energia elettrica. Le batterie moderne hanno in genere una capacità che va da 250 a 600 Wh, e diciamo il prezzo medio per kilowatt ora è di circa 16 centesimi in Italia (da un dato del 2017).

Bisogna anche considerare che sfortunatamente, una batteria non dura all’infinito. Molti marchi riportano all’effettivo un numero approssimativo di circa 1000 cicli di carica, che viene calcolato supponendo che la batteria possa essere ricaricata sempre quando completamente scarica, il che è raro nella realtà. Di conseguenza questo significa che sarai in grado di ricaricare la batteria molte più volte prima che smetta di funzionare di sicuro. Se volete avere altri consigli sulle batteria delle biciclette elettriche, vi suggerisco di seguire il link https://www.migliorebiciclettaelettrica.it/